La tomba del Portale

La tomba del Portale

tomba-del-portale-poggio-giudio

Clicca sull’imagine per vedere il tour virtuale della tomba del portale

Si tratta di una sepoltura a camera nella quale in origine probabilmente erano collocati dei sarcofagi, di cui oggi non si ha più traccia. Essa riproduce un ambiente piuttosto regolare, realizzato per sottrazione di materiale naturale dal manco tufaceo che costituisce la collina.tomba del portale viterbo

Allo spazio della camera si accede tramite un lungo corridoio di accesso a rampa liscia. L’ingresso è caratterizzato da una porta quadrangolare, decorata con elementi in rilievo riproducenti un “sistema di sostegno trilitico”. Si tratta di una decorazione che riproduce due elementi di sostegno verticali che sorreggono un elemento di sostegno orizzontale.

In pratica si tratta del più elementare sistema costruttivo che l’umanità conosca. Questo sistema può essere realizzato tramite elementi lignei ( è il caso delle capanne) o litici (tolos). Questo secondo caso trova la sua massima espressione concettuale nella costruzioni templari: due sostegni verticali, le colonne, che sorreggono un elemento orizzontale, l’architrave.

Nel caso della Tomba del Portale, la rappresentazione del trilite in rilievo ai lati dello spazio di accesso alla camera, non ha funzione strutturale, ma puramente decorativa. Si fossilizza in questo modo un sistema costruttivo che aveva in qualche maniera una sua valenza di pregio. Purtroppo parte della decorazione è stata danneggiata nel tempo da interventi di scavi di spoliazione.

La realizzazione di questa decorazione è particolarmente interessante e originale. Essa colpisce molto l’osservatore. Tanto è vero che nel corso del tempo la sepoltura è stata identificata con un nome che attesta la rilevanza del suo ingresso.

All’interno l’ambiente quadrangolare, sembra aver subito interventi di asportazione di vario genere nel corso del tempo. Lo spazio risulta completamente svuotato.tomba del portale poggio giudio

Elemento di notevole interesse invece è la decorazione del soffitto. Essa riproduce un tetto ligneo a doppio spiovente, con travatura centrale posta nel senso dell’ingresso. Questo tipo di decorazione è piuttosto consueto in ambito funerario etrusco-romano. Naturalmente esso tende a riprodurre lo spazio abitativo, oppure in maniera più sacrale lo spazio del tempio quale luogo di culto. La particolarità della rappresentazione degli elementi lignei sta nel fatto che quelli che dovrebbero essere gli assi obliqui della travatura, sono espressi “in negativo”, cioè per sottrazione di materiale tufaceo e non in positivo, cioè facendo distaccare “a tondo” l’elemento rappresentato, così come è stato fatto per la trave di colmo (centrale).

poggio giudio tomba del portale

Con molta probabilità un tale tipo di lavorazione è funzionale al fatto che l’intero ambiente doveva essere rivestito di elementi lignei, compreso il soffitto. Gli incassi in negativo nel tufo dovevano servire molto probabilmente a “incassare” vere e proprie travi di legno, sorrette tramite incastri e chiodi da elementi sempre lignei posti in verticale, in particolare lungo i lati della camera. Gli elementi in legno sul soffitto della camera dovevano servire anche a sorreggere elementi di decorazione e di illuminazione posti in sospensione.

 


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *